Blog su Letteratura, Storia e Arte in tutte le sue forme.

"La Storia siamo noi."


mercoledì 1 novembre 2017

"La lettera anonima": il mio monologo sul blog Drama Queen





Buona festività di Ognissanti, come prima cosa. Anche il mese di novembre promette di essere scoppiettante, per cui questo è un post estemporaneo rispetto alla normale programmazione. Infatti c'è una prima graditissima novità: il monologo che avevo scritto per Elisa Elena Carollo, 


La lettera anonima

era giunto in finale ed ora è stato interpretato da Elisa in un video pubblicato ieri sul suo blog. Insieme con il mio testo ci sono quelli degli altri due autori finalisti, ambedue bellissimi e molto diversi tra loro, cioè Amori di Gabriele Marelli e Tutto tranne gli occhi di Romina Tamerici.

Il mio testo è il seguente:
Stamattina ho ricevuto un’altra lettera. Chi scrive più lettere al giorno d’oggi? Eppure ho trovato anche questa nella mia casella, con tanto di francobollo. Come al solito, non c’è alcun mittente (se la rigira tra le mani), ma il nome e l’indirizzo sono corretti. Senza ombra di dubbio. (Riflette) Potrebbe avermela inviata chiunque: amici in vena di scherzi, amanti o ex, i miei genitori no, lo escludo. Potrebbe averla scritta un ammiratore… o, peggio, uno stalker. (Entra visibilmente in ansia)
(Se la rigira tra le mani, poi si rivolge al pubblico) La apro o no? Non siete curiosi anche voi? Beh, una lettera anonima è come un libro senza autore e titolo in copertina. Devi aprilo per sapere, almeno, chi l’ha scritto.
(Colpita da un pensiero improvviso) Ma, così facendo, ne distruggerei il mistero. Così, invece, è uno scrigno di possibilità. Potrebbe contenere l’annuncio di un lutto o una minaccia. Cose negative. Ma potrebbe uscirne una poesia, o una dichiarazione d’amore. La bellezza, in altre parole. (pensierosa)
Addirittura, potrei averla scritta io… a me stessa, e non ricordarmene. (fa una faccia strana) No, non la aprirò affatto. La lascerò così, e la metterò nella stanza accanto, insieme con le altre. Anche loro sono rimaste chiuse. Quante sono? Mmm… con questa, sono 666 lettere. Ho tenuto il conto. Che strano numero, però, mi ricorda qualcosa… o qualcuno.
Oh, il campanello della porta! (si avvia, curiosa) Forse è lui, l’autore delle lettere… che finalmente viene a trovarmi. Non vedo l’ora di sapere chi è. (si rivolge al pubblico) Voi no?
E, per guardare il video, ecco a voi il link relativo che vi porta al blog di Elisa! Avete inoltre la possibilità di votare uno dei tre testi, c'è tempo fino al 15 novembre (scadenza sempre alle 23:59).

Mi raccomando, accorrete numerosi! Vi aspettiamo.


Share:

12 commenti:

  1. Bella l'idea della lettera forse scritta dalla stessa destinataria. In un mio racconto compare come "sotto-racconto" un tema simile. Spero che vinca il tuo testo così lo vedrò interpretato da Elena :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Ariano, grazie! Vai sul blog di Elisa al link segnato, così puoi vedere il video da lei interpretato e, se hai piacere, votare! :)

      Elimina
  2. Una lettera diabolica...sono 666 mi ricorda qualcosa :-) Adesso siamo tutti curiosi di sapere cosa c'è scritto nella lettera, brava Cristina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Giulia ad aver notato il numero... che è la chiave di lettura del monologo! Insomma, si tratta di qualcuno che, buttato fuori dalla porta, riesce a rientrare dalla finestra... e anche dal balcone. ;)

      Elimina
  3. Sono in tempo, vado a vedere e a votare! 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore per la votazione e il commento!

      Elimina

- Per inserire immagini nei commenti usate questa sintassi: [img]URL_Immagine[/img]
- Per inserire video nei commenti usate questa sintassi: [video]URL_Video[/video]
Sono supportate immagini in JPG, PNG e GIF e video di Youtube e Vimeo.

Politica dei cookie

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione, significa che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli leggi la seguente pagina informativa.

QUALCOSA DI ME

QUALCOSA DI ME
Mi chiamo Cristina Rossi, e sono nata a Milano nel 1963. Sono redattrice e ricercatrice iconografica nel settore scolastico per le lingue moderne. Mi piace scrivere e sono appassionata di Storia. In quest'ambito ho scritto e pubblicato cinque romanzi, svariati racconti e due drammi teatrali. Ne ho in cantiere uno ambientato nel periodo della Rivoluzione Francese. Lo pseudonimo di Cavaliere è il mio omaggio al Medioevo.

IL MIO ULTIMO LAVORO:

IL MIO ULTIMO LAVORO:
Ambientato nel 1104, il romanzo narra la fuga dello schiavo Jamil, che, dalle sponde del Marocco, approda ai regni dei Franchi. Nel castello di Montségur s’imbatte una misteriosa compagnia di cavalieri, in viaggio lungo le vie dei pellegrinaggi cristiani. La sua magnifica avventura è solo all’inizio.

IL PITTORE DEGLI ANGELI: su Amazon in versione cartacea e ebook!

IL PITTORE DEGLI ANGELI: su Amazon in versione cartacea e ebook!
Romanzo storico ambientato nella fulgida e sontuosa Venezia di fine 1500. Uno dei protagonisti è il vecchio e spregiudicato pittore Tiziano Vecellio, pronto a difendere fama e ricchezza. Ma lo attende un incontro sconvolgente: quello con "il pittore degli angeli". La sua vita non sarà più la stessa.

THE PAINTER OF ANGELS: now on Amazon, paper and ebook version!

THE PAINTER OF ANGELS: now on Amazon, paper and ebook version!
Venice, late spring of 1560. In his studio, the old Venetian painter Tiziano is waiting for the visit of the “painter of angels”, a mysterious artist just arrived in Venice. Tiziano senses a foreboding danger to his position, fame and standing. In fact, the arrival of the artist does upset both the professional and private life of Tiziano. And the struggle has just begun.

IL MIO CANALE YOUTUBE

Visualizzazioni totali

Top 7 Commentatori

Post più popolari

Che cosa sto leggendo

Che cosa sto leggendo
"Belgravia" di Julian Fellowes