Blog su Letteratura, Storia e Arte in tutte le sue forme.

"La Storia siamo noi."


venerdì 19 settembre 2014

Ritornano la Colomba e i Leoni

Sono felice di comunicarvi che è imminente la pubblicazione del mio romanzo storico

La Colomba e i Leoni 
Libro I - La Terra del Tramonto 

a cura di Silele edizioni
http://www.sileleedizioni.com/

Insieme con la nuova copertina vi ripropongo quattro bellissime recensioni di amiche che lo avevano letto in forma autopubblicata. Accanto ai loro nomi vi propongo alcuni titoli di loro romanzi che ho recensito sul blog.

Buona lettura!

----

Se è vero che in ogni buon libro è racchiuso un bel viaggio, chi si accinge a leggere La Terra del Tramonto si prepari ad affrontare non uno solo, ma vari percorsi appassionanti e avventurosi. Non lasciatevi intimorire dalla vastità dell’opera: la raffinata e fluida scrittura dell’autrice, la sua perizia nel condurre i dialoghi, la potenza delle descrizioni e la splendida caratterizzazione dei personaggi, sono in grado di ammaliare il lettore e di condurlo con lievità e stupore, pagina dopo pagina, lungo diverse vie. Il viaggio più evidente è quello geografico: le vicende del conte fiammingo Geoffroy de Saint-Omer e del suo adorato figlio, il peregrinare del medico sufi Mandhur e le avventure del principe maghrebino Ghassan ci conducono per luoghi fascinosi e terre assolate. Terre baciate da un unico mare che le dovrebbe rendere sorelle ma che, invece, diventa il simbolo fisico di una separazione e di un conflitto tra religioni e popoli, ancor oggi di tragica attualità. Il secondo viaggio, anch'esso manifesto, è quello nella Storia: un tuffo indietro fino ai tempi della Prima Crociata ci fa rivivere eventi storicamente documentati, come la presa di Gerusalemme e la fondazione dell’ordine dei cavalieri Templari. Ma ben presto intuiamo che il semplice cammino a ritroso dello storico che ricostruisce il passato è solo un breve tratto di un percorso più lungo. Ed eccoci quindi al terzo viaggio, celato in una dimensione temporale interamente percorribile in molteplici direzioni: attraverso le vicende di personaggi che vivono nelle differenti epoche e mutano solo nel nome e nell'aspetto, rimanendo sostanzialmente gli stessi, ci ritroviamo a passare da un punto all'altro del Tempo. Alla fine, grazie ai mille spunti di riflessione offerti, ci sembrerà di possedere una visione allargata del mondo e della nostra esistenza: scopriremo, allora, qual è l’ulteriore e intimo viaggio, ancor più affascinante e avventuroso, che si intraprende con la lettura di questo magnifico romanzo.

Stella Stollo, autrice di I delitti della primavera edito da Graphofeel edizioni (recensione sul blog qui e intervista a Stella qui)

Goffredo di Buglione alla guida del suo esercito,
pergamena del XIII secolo

Il romanzo La Terra del Tramonto si apre con un rifiuto della vita: Mandhur ibn Farouk, un vecchio
medico sufi disperato, si appresta al suo ultimo viaggio, ma una voce arcana lo blocca e lo incita a ben altro cammino. Da qui in poi si delinea agli occhi del lettore come una grande mappa percorsa non solo dal vecchio Mandhur ma da una moltitudine di cavalieri cristiani, pirati, sovrani almoravidi che nel 1095 incrociano i loro destini. Non è un coro, quello dei personaggi, ma un insieme di individualità ben distinte che brillano come fuochi accesi nel deserto e vivono abbandoni, fragilità, sete di potere, lampi di collera e preghiere di supplica. Il loro è un mondo che profuma di zafferano e di cannella, un mondo lontano nel tempo e nello spazio, un territorio che lo schiavo Jamil, con le gambe spezzate in un tentativo di fuga, non può percorrere come vorrebbe. Diversamente da lui il lettore, pagina dopo pagina, azzera tutte le distanze, entra in questa dimensione sfuggente e attraente al tempo stesso, e impara una lezione fondamentale: non ci sono esotiche distanze per gli uomini che sanno essere uomini e cogliere gli sguardi, i profumi e le luci della lontananza. Un viaggio imperdibile in un romanzo di grandissimo respiro.

Nadia Bertolani, autrice di Di pietra e di luna, L'uccellino di Maeterlinck (entrambi recensiti sul blog qui e qui), Brumby

Un intreccio di vite legate da un unico destino, un intreccio che ha come fulcro un bambino dal futuro speciale, la cui purezza sarà luce per coloro che l’avvicinano. Sullo sfondo gli avvenimenti che hanno caratterizzato la Prima Crociata: la presa di Gerusalemme, la battaglia di Ascalona, la fondazione dell’Ordine templare. In primo piano si stagliano vincoli che nascono e si consolidano oltre lo spazio e oltre il tempo, e si dipanano da un lato all’altro del “Mare Nostrum”, il Mediterraneo, dal Marocco ai Luoghi Santi, in un viaggio interiore che accompagna e, in un qualche modo replica, quello che vede come oggetto queste terre tormentate e contese. Tutto questo e molto altro è “La Terra del Tramonto”: un romanzo dalle numerose sfaccettature, scritto con garbo e competenza, in un linguaggio fluido dalle delicate descrizioni e dalle forti caratterizzazioni dei personaggi, che sa coinvolgere e catturare il lettore, conducendolo pagina dopo pagina e accompagnandolo nella scoperta, stupendolo, ammaliandolo. Ma La Terra del Tramonto è anche un gioco di opposti, ove le emozioni dei protagonisti mostrano spesso una seconda eco: l’amore del padre per il figlio che diviene odio del figlio per il padre nell'affascinante e terribile Ghassan; l’amore per il compagno, che da un lato è elevazione sublime, nella splendida figura di Berthe, e dall’altro diviene condanna e perdizione; l’amore per la ricerca del miglioramento interiore, dell’elevazione spirituale, che in altri luoghi diviene condanna da espiare. Il tutto legato da un filo di speranza che si svolge pagina dopo pagina, e da figure il cui sguardo sa andare oltre il tangibile. Ecco allora il vecchio Mandhur, medico e sufi, maestro e mentore, protettore quando serve, nel bene e nel male; Geoffroy de Saint-Omer, carismatico fondatore dell’Ordine dei Templari, sostegno a Hugues de Payns nel momento in cui viene chiamato ad espiare il suo passato. Un filo conduttore che si dipana nel tempo, legando passato, presente e futuro, in una ricerca e una promessa, come quella che ci regala l’autrice con quest’ottimo romanzo. La promessa di una visione che sa andare “oltre”. La promessa di una coinvolgente ed appassionante lettura, assolutamente da non perdere. Un tessuto dai molti fili e dai molti intrecci che è velo da sollevare per comprendere le trame del destino. 

Elodia Saetti, autrice di Lo sguardo di Daithe e Il forgiatore di spade (entrambi recensiti sul blog qui e qui)

Dioscoride mentre insegna ad un allievo,
miniatura araba
Un racconto a più voci con incursioni nell'incantato mondo dei sogni: La Terra del Tramonto è un romanzo che incrocia diversi piani spazio/temporali nel quale il lettore si trova profondamente coinvolto, ma senza mai perdersi, perché condotto con mano salda nell'intricato e avvincente dipanarsi della storia. Essa è ambientata in un periodo remoto e non molto conosciuto, l’XI/XII secolo, che qui viene indagato nei suoi diversi aspetti grazie alle approfondite ricerche storiche alla base di questa narrazione, e mischia personaggi realmente esistiti, come i re di Gerusalemme o i capi dei Templari, ad altri di fantasia. Il romanzo, tra le altre cose, ricostruisce una vicenda controversa come quella delle Crociate dal punto di vista dei Cristiani e dei Musulmani: una visione molto attuale in questi tempi che hanno visto il ritorno di uno scontro di civiltà che si credeva ormai superato. Ma non vi sono illustrate soltanto vicende di guerra, bensì anche storie d’amore: da quella, tenerissima, che in poche pagine mostra il rapporto tra un uomo ormai maturo (che non pensava mai più di incontrare un affetto così dolce) e una ragazza che si affida completamente a questo inaspettato sentimento, a quella, sorprendente, che invece percorre tutto il romanzo e narra la tormentata relazione tra un giovane e un fanciullo. La storia è affollata di personaggi, fondamentali per il racconto o soltanto di contorno, tra i quali ognuno potrà trovare il suo preferito. Ma un protagonista è anche il paesaggio: due magiche terre, l’Andalusia e il Marocco, che con la loro struggente bellezza chiamano irresistibilmente il lettore a intraprendere un viaggio alla loro scoperta.

Antonella Scorta, giornalista e accanita lettrice
Share:

14 commenti:

  1. Sembra bellissimo! Lo leggerò con piacere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, grazie per il tuo commento. Ce l'ho messa tutta, spero che ti piaccia. :-)

      Elimina
  2. Complimentissimi! Leggerò anch'io con piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tenar, grazie per essere passata. So che sei una lettrice esigente, quindi sarò certo in fibrillazione. Ci sentiamo presto anche per l'uscita del tuo prossimo pargolo.

      Elimina
  3. Complimenti soprattutto per il grande salto da self a editoria di qualità!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sandra, grazie per essere passata a trovarmi sul blog.

      La casa editrice ha organizzato una presentazione il giorno 30 ottobre giovedì alle 19,30 all'Harry's bar. So che è in zona Navigli. Se tu potessi venire, sarebbe una buona occasione per conoscerci.

      Penso che Gulliver Libreria di Cinisello organizzerà poi una presentazione presso di lei, ma forse per te sarà più comodo Milano. A presto!

      Elimina
  4. Ho letto con interesse le recensioni, dal momento che conosco e apprezzo almeno due delle autrici. Come non fidarsi, dunque ;)
    Consigli per l'acquisto (dove, come)? Grazie.
    Marilù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilù, grazie per il tuo commento.
      Non appena uscirà il libro "ufficialmente", ti darò le coordinate. Un abbraccio.

      Elimina
  5. mi prenoto per una copia... e tantissime congratulazioni. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Vlad, grazie per la tua stima. Un caro saluto.

      Elimina
  6. Complimenti! Sarà un piacere leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per essere passata. Ti farò sapere quando il romanzo uscirà "ufficialmente". ;-)

      Elimina
  7. Complimenti Cristina! Sono stra-sicura che è un bellissimo romanzo :)
    Mi piacciono molto i colori della copertina...

    RispondiElimina
  8. Grazie, Maria Teresa. I colori sono volutamente caldi per evocare il deserto e i luoghi assolati...

    RispondiElimina

- Per inserire immagini nei commenti usate questa sintassi: [img]URL_Immagine[/img]
- Per inserire video nei commenti usate questa sintassi: [video]URL_Video[/video]
Sono supportate immagini in JPG, PNG e GIF e video di Youtube e Vimeo.

Politica dei cookie

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione, significa che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli leggi la seguente pagina informativa.

QUALCOSA DI ME

QUALCOSA DI ME
Mi chiamo Cristina Rossi, e sono nata a Milano nel 1963. Sono redattrice e ricercatrice iconografica nel settore scolastico per le lingue moderne. Mi piace scrivere e sono appassionata di Storia. In quest'ambito ho scritto e pubblicato cinque romanzi, svariati racconti e due drammi teatrali. Ne ho in cantiere uno ambientato nel periodo della Rivoluzione Francese. Lo pseudonimo di Cavaliere è il mio omaggio al Medioevo.

IL MIO ULTIMO LAVORO:

IL MIO ULTIMO LAVORO:
Ambientato nel 1104, il romanzo narra la fuga dello schiavo Jamil, che, dalle sponde del Marocco, approda ai regni dei Franchi. Nel castello di Montségur s’imbatte una misteriosa compagnia di cavalieri, in viaggio lungo le vie dei pellegrinaggi cristiani. La sua magnifica avventura è solo all’inizio.

IL PITTORE DEGLI ANGELI: su Amazon in versione cartacea e ebook!

IL PITTORE DEGLI ANGELI: su Amazon in versione cartacea e ebook!
Romanzo storico ambientato nella fulgida e sontuosa Venezia di fine 1500. Uno dei protagonisti è il vecchio e spregiudicato pittore Tiziano Vecellio, pronto a difendere fama e ricchezza. Ma lo attende un incontro sconvolgente: quello con "il pittore degli angeli". La sua vita non sarà più la stessa.

THE PAINTER OF ANGELS: now on Amazon, paper and ebook version!

THE PAINTER OF ANGELS: now on Amazon, paper and ebook version!
Venice, late spring of 1560. In his studio, the old Venetian painter Tiziano is waiting for the visit of the “painter of angels”, a mysterious artist just arrived in Venice. Tiziano senses a foreboding danger to his position, fame and standing. In fact, the arrival of the artist does upset both the professional and private life of Tiziano. And the struggle has just begun.

IL MIO CANALE YOUTUBE

Visualizzazioni totali

Top 7 Commentatori

Post più popolari

Che cosa sto leggendo

Che cosa sto leggendo
"Autunno del Medioevo" di Johan Huizinga