Blog su Letteratura, Storia e Arte in tutte le sue forme.

"La Storia siamo noi."


sabato 28 settembre 2013

Storie dei Quattro Regni - Presentazione

“Una Storia Fiorentina” ha chiuso i battenti nel mese di luglio, ed è ora che il Trovatore, che immagino come il fratello di latte del Cavaliere di questo blog, si cimenti in una nuova narrazione. Dopo un racconto di ambientazione storica nella Firenze a cavallo tra l’epoca di Lorenzo de’ Medici e il governo di Savonarola, alla fine del 1400, è la volta di una storia fantasy.

Come tutti i cultori del fantasy sanno bene, questo genere ha un fondatore che è pressoché impossibile eguagliare: J.R.R. Tolkien, con il suo “Il Signore degli Anelli”, “Lo Hobbit” e “Il Silmarillion”. Ispirandosi ai miti celtici, di cui era studioso e profondo conoscitore, il professor Tolkien creò un autentico mondo dal nulla, progettandone la geografia e la cosmogonia, facendo nascere vari popoli, e organizzando addirittura una lingua. Ideò una storia profondamente irrorata di magia, e imperniata sull'eterna lotta tra luce e tenebre, dove i personaggi sono rappresentativi non solo di razze, ma anche di tipologie umane, con sfumature che bene esprimono coraggio, eroismo, lealtà, amicizia, regalità, ma anche debolezza, paura, avidità, crudeltà e codardia.

Significati universali, ragionamenti superiori, complessità e contrasti che sono ben lontani, mi sembra, dalle saghe che vanno di moda ai giorni nostri. Queste sono tutte incentrate su personaggi dagli atteggiamenti primitivi e violenti che non vanno oltre la pulsione di “sesso e potere”, e per quanto mi riguarda del tutto insoddisfacenti (almeno a livello televisivo, per quanto riguarda la scrittura non giudico non avendo letto; mi riferisco com'è ovvio a "Cronache del ghiaccio e del fuoco", meglio conosciuto come "Il trono di spade" in televisione).

Intimorita dal confronto con il capostipite, e tuttavia appassionata del genere, qualche anno fa mi cimentai nella stesura di un ciclo dal titolo complessivo di “Storie dei Quattro Regni”. Il progetto comprendeva sette volumi, di cui avevo ben chiara la trama complessiva. Il primo romanzo s’intitola “I Crudeli”, ed è quello che verrà presentato in questo blog, a puntate. Se piacerà, starà a voi dirlo e questo mi fornirà nuovi stimoli. La formula della narrazione ben si presta per il blog, in quanto consta di testi piuttosto brevi, e potrebbe essere intesa come un esperimento per uno sviluppo su carta più ampio.

Qui di seguito trovate la bellissima mappa in color ocra preparata da Elodia Saetti (autrice dei romanzi “Lo sguardo di Daithe” e “Il forgiatore di spade”, di cui trovate nel blog le recensioni), rifatta sul modello di una vecchia versione a colori. Se lo desiderate, durante la lettura la mappa vi sarà particolarmente utile per seguire i percorsi dei personaggi. Elodia è diventata una mia amica da poco tempo, ma posso annoverarla come una delle poche persone autenticamente generose che ho incontrato nel mio quasi mezzo secolo di vita. A lei va il mio grazie non solo per questa mappa, ma per tutto l’aiuto che mi ha fornito nella ricerca per “La Terra del Tramonto”, per la costruzione di questo blog e per la nostra assidua corrispondenza letteraria che non cessa di arricchirmi.


La geografia dei regni è molto semplice, e le famiglie reali che li governano sono blandamente ispirate ai segni delle carte da gioco. Nonostante questo dettaglio, non si può considerare una storia per ragazzi. I nomi dei personaggi si rifanno alle stelle del nostro cosmo. La magia ha grande spazio nel corso della narrazione. Ognuno dei regni è inoltre collegato ad uno degli elementi e ad un oggetto dal significato magico, oltre che ad un gruppo di spiriti elementali:

- il regno dei Crudeli = elemento terra - oggetto magico, il pentacolo - spiriti elementali, gnomi;
- il regno degli Orgogliosi = elemento acqua - oggetto magico, il calice - spiriti elementali, ondine;
- il regno dei Mistici = elemento fuoco - oggetto magico, il pugnale - spiriti elementali, salamandre;
- il regno degli Innocenti = elemento aria - oggetto magico, la bacchetta - spiriti elementali, le silfidi.

Come già fatto per "Una Storia Fiorentina", ogni puntata sarà caricata il sabato mattina e, anche stavolta, cercherò di essere puntuale. Non so se mi sarà sempre possibile corredare la puntata di un'immagine adatta, dato che la narrazione ambientata alla fine del 1400 a Firenze aveva ben precisi riferimenti storici e pittorici, e quindi una messe di immagini da cui attingere a piene mani. 

Qui di seguito trovate la prima puntata vera e propria, ossia il Prologo. Un po' intimorita, mi lancio dunque in questo nuovo esperimento, sperando di farvi trascorrere qualche ora piacevole e divertente, e farvi volare con l'immaginazione. In fondo, non c'è niente di più bello che ritrovare l'antica domanda che facevamo, da bambini, a chi ci narrava una storia: "E poi...?"
Share:

2 commenti:

  1. Cristina ed Elodia: un binomio perfetto!

    RispondiElimina
  2. In effetti abbiamo scoperto di lavorare bene in tandem! :-)

    RispondiElimina

- Per inserire immagini nei commenti usate questa sintassi: [img]URL_Immagine[/img]
- Per inserire video nei commenti usate questa sintassi: [video]URL_Video[/video]
Sono supportate immagini in JPG, PNG e GIF e video di Youtube e Vimeo.

Politica dei cookie

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione, significa che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli leggi la seguente pagina informativa.

QUALCOSA DI ME

QUALCOSA DI ME
Mi chiamo Cristina Rossi, e sono nata a Milano nel 1963. Sono redattrice e ricercatrice iconografica nel settore scolastico per le lingue moderne. Mi piace scrivere e sono appassionata di Storia. In quest'ambito ho scritto e pubblicato cinque romanzi, svariati racconti e due drammi teatrali. Ne ho in cantiere uno ambientato nel periodo della Rivoluzione Francese. Lo pseudonimo di Cavaliere è il mio omaggio al Medioevo.

IL MIO ULTIMO LAVORO:

IL MIO ULTIMO LAVORO:
Ambientato nel 1104, il romanzo narra la fuga dello schiavo Jamil, che, dalle sponde del Marocco, approda ai regni dei Franchi. Nel castello di Montségur s’imbatte una misteriosa compagnia di cavalieri, in viaggio lungo le vie dei pellegrinaggi cristiani. La sua magnifica avventura è solo all’inizio.

IL PITTORE DEGLI ANGELI: su Amazon in versione cartacea e ebook!

IL PITTORE DEGLI ANGELI: su Amazon in versione cartacea e ebook!
Romanzo storico ambientato nella fulgida e sontuosa Venezia di fine 1500. Uno dei protagonisti è il vecchio e spregiudicato pittore Tiziano Vecellio, pronto a difendere fama e ricchezza. Ma lo attende un incontro sconvolgente: quello con "il pittore degli angeli". La sua vita non sarà più la stessa.

THE PAINTER OF ANGELS: now on Amazon, paper and ebook version!

THE PAINTER OF ANGELS: now on Amazon, paper and ebook version!
Venice, late spring of 1560. In his studio, the old Venetian painter Tiziano is waiting for the visit of the “painter of angels”, a mysterious artist just arrived in Venice. Tiziano senses a foreboding danger to his position, fame and standing. In fact, the arrival of the artist does upset both the professional and private life of Tiziano. And the struggle has just begun.

IL MIO CANALE YOUTUBE

Visualizzazioni totali

Top 7 Commentatori

Post più popolari

Che cosa sto leggendo

Che cosa sto leggendo
"Come un dio immortale" di Maria Teresa Steri