Blog su Letteratura, Storia e Arte in tutte le sue forme.

"La Storia siamo noi."


sabato 23 marzo 2013

Una Storia Fiorentina - Quarta puntata

"Allegoria sacra" di Giovanni Bellini (dettaglio)
1490-1500 - Galleria degli Uffizi, Firenze
http://www.polomuseale.firenze.it/musei/?m=uffizi
Nel chiostro di San Lorenzo, Bianca, seduta accanto a Bernardo, attende l’inizio della sacra rappresentazione. La donna ascolta il marito, e intanto un gruppo di studenti si accalca, ridanciano, vicino ad una colonna. Sotto le volte ombrose, i frati domenicani, simili a grandi rondini svolazzanti, passano e riprendono quella vivacità.

Un angelo filiforme, carico delle sue enormi ali, appare ed annuncia al pubblico la materia della rappresentazione. Sul palco è approntata la graticola di San Lorenzo: il santo vi è disteso e là, con l’aiuto di fiamme posticce, si consuma il suo martirio, mentre nel cielo del fondale, squisitamente dipinto, si accendono luci, roteano sfere celesti. A dar vigore alla scena, nel quadrato di cielo autentico del chiostro corrono schiere di nuvole gravide di pioggia e fra quelle le rondini, garrendo, si avvolgono e si svolgono in lunghe volute nere.

Bianca, preoccupata, alza la testa verso il cielo, poi si volta leggermente e scorge Guido, vestito di nero, nel gruppo degli studenti. Lo sguardo del giovane, fisso su di lei, si va colmando d’un desiderio insostenibile. Mentre egli la configge nell’emisfero azzurro dei suoi occhi, Bianca si sente un ritratto chiuso in una cornice, un uccello in gabbia, una figurina dipinta su un tarocco, finché, turbata, non volta di nuovo la testa verso il palco.

Quando riporta lo sguardo su Guido, egli è scomparso. Le prime gocce di pioggia cominciano a velare l’aria. Sul proscenio l’angelo filiforme, carico delle sue enormi ali, annuncia la fine della rappresentazione.

* * *

Nelle campagne fiesolane, il respiro dell’estate soffia con uguale intensità sulle file di contadini che mietono i campi e sulla brigata di cavalieri e donne che, uscendo dalla villa di Bernardo, va alla caccia. In essa, cavalcano affiancati Bianca e Guido, pronti a giocare l’ultima, decisiva partita con la stessa animosità di due mortali nemici.

Sulla scacchiera del prato, tutti i pezzi viventi s’allineano, ed inizia la caccia col falco. Il rapace, scappucciato, spicca il volo dalla mano guantata, si libra nell’imprendibilità dei cieli. Rimane un attimo sospeso in aria, veleggiando, poi si lascia cadere con gli artigli protesi: in un turbinio di penne, il falco ghermisce la preda, e all’unisono si leva il grido dei cacciatori. Fra voli di uccelli ed aeree risate, gli occhi di Bianca sono una fiamma che arde con maggiore o minore vivacità, e la gelosia di Guido diviene acuta e lacerante come la punta d’una freccia. Ma la partita prosegue, all’ombra delle fronde, sotto cui riposano i cacciatori, stanche pedine abbattute, e la mano di Guido si protende verso quella di Bianca, la sfiora, la stringe.

'Romeo e Giulietta', Frank Bernard Dicksee (1894), 
From Wikipedia Commons.
Culmina davanti alla villa, dal profilo squadrato di torre: la luce calante della sera allunga a dismisura le ombre dei cavalieri che tornano, carichi di selvaggina, e paiono contrapporsi, fra nuvole di polvere dorata, nell’ultima, disordinata battaglia.

Ed è la stessa luce, qualche ora più tardi, nel pergolato deserto, ad illuminare Bianca e Guido, regina e re avversari, allacciati in un’identica mossa di vittoria.
Share:

0 commenti:

Posta un commento

- Per inserire immagini nei commenti usate questa sintassi: [img]URL_Immagine[/img]
- Per inserire video nei commenti usate questa sintassi: [video]URL_Video[/video]
Sono supportate immagini in JPG, PNG e GIF e video di Youtube e Vimeo.

Politica dei cookie

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione, significa che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli leggi la seguente pagina informativa.

QUALCOSA DI ME

QUALCOSA DI ME
Mi chiamo Cristina Rossi, e sono nata a Milano nel 1963. Sono redattrice e ricercatrice iconografica nel settore scolastico per le lingue moderne. Mi piace scrivere e sono appassionata di Storia. In quest'ambito ho scritto e pubblicato cinque romanzi, svariati racconti e due drammi teatrali. Ne ho in cantiere uno ambientato nel periodo della Rivoluzione Francese. Lo pseudonimo di Cavaliere è il mio omaggio al Medioevo.

IL MIO ULTIMO LAVORO:

IL MIO ULTIMO LAVORO:
Ambientato nel 1104, il romanzo narra la fuga dello schiavo Jamil, che, dalle sponde del Marocco, approda ai regni dei Franchi. Nel castello di Montségur s’imbatte una misteriosa compagnia di cavalieri, in viaggio lungo le vie dei pellegrinaggi cristiani. La sua magnifica avventura è solo all’inizio.

IL PITTORE DEGLI ANGELI: su Amazon in versione cartacea e ebook!

IL PITTORE DEGLI ANGELI: su Amazon in versione cartacea e ebook!
Romanzo storico ambientato nella fulgida e sontuosa Venezia di fine 1500. Uno dei protagonisti è il vecchio e spregiudicato pittore Tiziano Vecellio, pronto a difendere fama e ricchezza. Ma lo attende un incontro sconvolgente: quello con "il pittore degli angeli". La sua vita non sarà più la stessa.

THE PAINTER OF ANGELS: now on Amazon, paper and ebook version!

THE PAINTER OF ANGELS: now on Amazon, paper and ebook version!
Venice, late spring of 1560. In his studio, the old Venetian painter Tiziano is waiting for the visit of the “painter of angels”, a mysterious artist just arrived in Venice. Tiziano senses a foreboding danger to his position, fame and standing. In fact, the arrival of the artist does upset both the professional and private life of Tiziano. And the struggle has just begun.

IL MIO CANALE YOUTUBE

Visualizzazioni totali

Top 7 Commentatori

Post più popolari

Che cosa sto leggendo

Che cosa sto leggendo
"Tre croci" di Federigo Tozzi